Il consorzio di bonifica Ombrone Pistoiese Bisenzio è stato soppresso il 28 febbraio 2014.

A decorrere dal 1° marzo 2014, il Consorzio di bonifica 3 Medio Valdarno subentra in tutti i rapporti giuridici attivi e passivi e nelle funzioni del Consorzio di bonifica Ombrone Pistoiese Bisenzio.

Comunicati

05.12.2011 - Informativa del Consorzio di Bonifica Ombrone P.se Bisenzio e Comune di Campi Bisenzio sul reticolo di bonifica idraulica

Sul territorio comunale di Campi Bisenzio sono presenti alcuni corsi d'acqua e canali appartenenti al reticolo di bonifica idraulica del Comprensorio di Bonifica n° 15 (Carcerina-Tozzinga, Gora Bandita, Dogaia, Vingone, Chiella).
Alcuni di detti canali sono stati oggetto, fin dalla fine degli anni '90, da parte dell'allora competente "Consorzio Speciale di Bonifica della Piana di Sesto Fiorentino e territori adiacenti" di interventi di ammodernamento funzionale, consistenti nell'ampliamento della sezione di deflusso, partendo dalle zone di valle verso quelle di monte, al fine di garantire le minime indispensabili condizioni per il corretto scolo delle acque provenienti dagli scolmatori fognari della rete urbana e dai drenaggi dei terreni agricoli della piana.
Alcuni tratti fluviali restano ancora da sottoporre ad interventi di adeguamento idraulico, in conformità alle previsioni progettuali del Piano Generale di Bonifica, che costituisce il documento di indirizzo e pianificazione per la messa in sicurezza del territorio del Comprensorio dal rischio idraulico dovuto alle acque basse, individuate nello stesso Piano come opere di bonifica classificate ai sensi del R.D. 368/1904.
Il Piano Generale di Bonifica del Comprensorio di Bonifica n° 15 è stato approvato in via definitiva con Deliberazione del Consiglio della Regione Toscana n. 26 del 17 febbraio 1998.
Relativamente ai canali appartenenti al reticolo suddetto ed individuato nel Piano Generale di Bonifica, il Consorzio di Bonifica Ombrone P.se-Bisenzio (persona giuridica pubblica, ai sensi della L.R. 34/94 "Norme in materia di bonifica") è competente circa le seguenti funzioni istituzionali individuate nel proprio Statuto:

  • progettazione e, su concessione della Provincia, esecuzione delle opere pubbliche di bonifica;
  • gestione delle opere pubbliche di bonifica realizzate, dalla data del loro compimento, mediante le attività di manutenzione ordinaria e straordinaria, l'esercizio delle opere stesse e la loro vigilanza.

L'attività di manutenzione ordinaria e straordinaria delle opere di bonifica compiute e consegnate al Consorzio si compone di: interventi di ripulitura, con operazioni di sfalcio della vegetazione infestante le scarpate, le arginature ed il fondo alveo, nonché l'espurgo del fondo alveo stesso dal materiale vegetale presente; interventi di ricavatura e rimozione del materiale accumulato nella sezione di deflusso, sia per quanto riguarda il materiale terroso che i rifiuti abbandonati; interventi di ripristino delle arginature, con risagomatura della sezione e riprofilatura delle scarpate; interventi di ripristino delle opere di difesa in muratura, pietrame e calcestruzzo.
L'attività di esercizio delle opere di bonifica compiute e consegnate al Consorzio consta nelle operazioni di attivazione degli impianti di sollevamento delle acque e connesse opere elettromeccaniche, nonché nella regolazione delle paratoie di alimentazione delle casse di laminazione ed invasi.
L'attività di vigilanza delle opere di bonifica compiute e consegnate al Consorzio si compone di interventi di polizia idraulica, monitoraggio e sorveglianza durante gli eventi di piena, pronto intervento ed urgenze. La polizia di bonifica idraulica comporta l'obbligo di verifica tecnico-amministrativa delle opere realizzate dai privati e dagli enti pubblici sul reticolo di competenza consortile, sulla base di Autorizzazioni e Concessioni precarie rilasciate dal Consorzio stesso per ogni intervento ricadente all'interno dell'area di pertinenza dei 10,00 m dal ciglio di sponda o piede arginale esterno delle opere pubbliche di bonifica individuate nel Piano Generale (ai sensi del "Regolamento consortile per la conservazione e la polizia delle opere di bonifica e loro pertinenze").
Si pone all'attenzione della cittadinanza, ed in particolare dei frontisti, che, a partire dal mese di Gennaio 2012, verrà avviata un'attività congiunta, di vigilanza straordinaria sul reticolo dei canali di bonifica, da parte del Consorzio di Bonifica Ombrone P.se-Bisenzio e del Comune di Campi Bisenzio mediante proprio personale.
Si invitano, pertanto, tutti i frontisti dei canali consortili a lasciare libera da ogni manufatto la fascia di marezzana pari a 4,00 metri dal ciglio di sponda o piede arginale esterno del corso d'acqua, ricordando altresì che ogni opera ricadente entro i restanti 6,00 metri deve risultare autorizzata dal Consorzio di Bonifica con specifico atto di Concessione precaria (ai sensi R.D. 368/1904).
Chiunque non ottemperi a quanto sopra, incorrerà nei provvedimenti previsti dalla vigente normativa in materia idraulica ed edilizia, da parte delle competenti autorità preposte.
Si invitano i cittadini a consultare il sito www.cbombronebisenzio.it, nel quale potranno reperire ulteriori informazioni ed utili aggiornamenti su regolamenti, lavori e programmi.

Firmato, Sindaco del Comune di Campi Bisenzio e Direttore del Consorzio di Bonifica Ombrone P. se - Bisenzio