Il consorzio di bonifica Ombrone Pistoiese Bisenzio è stato soppresso il 28 febbraio 2014.

A decorrere dal 1° marzo 2014, il Consorzio di bonifica 3 Medio Valdarno subentra in tutti i rapporti giuridici attivi e passivi e nelle funzioni del Consorzio di bonifica Ombrone Pistoiese Bisenzio.

CB3MV

Statuto Provvisorio dei Consorzi di Bonifica finalizzato all'immediata operatività della Prima
Assemblea Consortile (Art. 38 quinquies L.R. 79/2012)

INDICE

Art. 1 - Composizione dell'Assemblea consortile
Art. 2 - Sede
Art. 3 - Competenze della prima assemblea consortile
Art. 4 - Elezione dell'ufficio di presidenza
Art. 5 - Perfezionamento dell'accettazione della carica consortile
Art. 6 - Assistenza tecnica
Art. 7 - Convocazione
Art. 8 - Comunicazioni
Art. 9 - Validità della prima seduta e votazioni
Art. 10 - Pubblicità della seduta
Art. 11 - Dimissioni
Art. 12 - Decadenza

ART. 1
Composizione dell'Assemblea consortile (art.14 l.r.79/2012)

1. Ai sensi di quanto previsto dall'articolo 14 della l.r 79/2012 l'assemblea consortile è composta in quota maggioritaria da membri eletti da tutti i consorziati ed in quota minoritaria da membri rappresentanti degli enti locali. La composizione dell'Assemblea è dettagliata per ciascuno dei 6 consorzi toscani dai commi 2, 3,4,5,6,7 dell'articolo 14 della l.r.79/2012.
2. Ai sensi dell'articolo 14 comma 8 della l.r.79/2012 l'assemblea consortile è validamente costituita al momento dell'insediamento dei due terzi dei membri di cui ai commi 2,3,4,5,6 e 7 della L.R. 79/2012.

ART. 2
Sede (art.38 quater l.r.79/2012)

1. Nelle more dell'approvazione dello statuto di cui all'articolo 12 della l.r 79/2012, la sede legale del consorzio è individuata presso la sede del consorzio con maggiore carico contributivo, in tale sede ha luogo la prima assemblea consortile.

ART. 3
Competenze della prima assemblea consortile (art.17 l.r.79/2012)

1. L'Assemblea consortile svolge le funzioni di cui all'articolo 15 della l.r.79/2012.
2. Nel corso della prima seduta l'assemblea consortile:
a) elegge tra i propri membri i componenti dell'ufficio di presidenza, secondo quanto previsto dall'articolo 4;
b) prende atto degli esiti della ricognizione della situazione patrimoniale, economica e finanziaria svolta dai commissari di cui alla l.r. 47/2010 e dai Presidenti delle unioni di comuni di cui all'articolo 53 della l.r. 34/94, ai sensi dell'articolo 35 della l.r.79/2012.

ART. 4
Elezione dell'ufficio di presidenza (art.14, commi 8,9 e 10 l.r.79/2012)

1. L'assemblea come primo atto provvede ad eleggere tra i propri membri i componenti dell'ufficio di presidenza. Il presidente e il vicepresidente dell'assemblea sono eletti tra i membri di cui alla lettera a) commi 2, 3, 4, 5, 6 e 7 dell'articolo 14 della l.r.79/2012.
2. L'assemblea delibera con la presenza della maggioranza dei suoi membri e con la maggioranza dei voti dei presenti.
3. Fino all'integrazione dell'assemblea con i membri nominati dal Consiglio regionale o dal Consiglio delle autonomie locali, l'assemblea delibera validamente con la presenza della maggioranza dei due terzi dei membri di cui ai commi 2,3,4,5,6,e 7 dell'articolo 14 della l.r.79/2012 e con la maggioranza dei voti dei presenti.
4. A seguito dell'elezione i membri dell'ufficio di presidenza procedono all'accettazione della carica. La comunicazione in ordine all'accettazione è comunicata all'assemblea del consorzio entro cinque giorni dal ricevimento dell'avviso di elezione alle suddette cariche. L'avviso relativo all'elezione nelle cariche consortili è inviato ai soggetti interessati entro due giorni dalla votazione. In caso di mancata accettazione si procederà a nuova elezione.
5. I membri eletti possono esprimere direttamente in seno all'assemblea l'accettazione alla carica consortile. In tal caso il verbale della seduta dovrà darne atto e non si dovrà procedere all'invio dell'avviso, né alla comunicazione dell'accettazione della carica da parte dei soggetti interessati.
6. I componenti dell'ufficio di presidenza entrano in carica a seguito della comunicazione dell'esito positivo della verifica di cui all'articolo 5.

ART. 5
Perfezionamento dell'accettazione della carica consortile

1. L'accettazione della carica dei membri dell'ufficio di presidenza si perfeziona a seguito dell'esito positivo della verifica di cui al comma 2 comunicata dall'assemblea del consorzio ai soggetti interessati.
2. L'assemblea, con l'assistenza tecnica di cui all'articolo 6, verifica che il presidente e il vicepresidente eletti non si trovino in una causa di incompatibilità o inconferibilità ai sensi della
vigente normativa.
3. I componenti dell'ufficio di presidenza entrano in carica a seguito dell'accettazione della propria carica con le modalità di cui ai commi 4 o 5 dell'articolo 4, e della comunicazione da parte dell'assemblea dell'esito positivo della verifica di cui al comma 2.

ART. 6
Assistenza tecnica (art.38 quater l.r.79/2012)

1. L'assistenza tecnica ai lavori dell'Assemblea consortile e tutti gli adempimenti amministrativi di competenza dell'Assemblea e del Presidente, è assicurata dal dirigente apicale avente maggiore anzianità di servizio dei consorzi di cui alla l.r.34/1994 appartenenti al medesimo comprensorio.

ART. 7
Convocazione (art.33 l.r.79/2012)

1. La prima Assemblea consortile è convocata ai sensi di quanto previsto dall'art. 33 comma 4 della l.r. 79/2012 dal Commissario nominato, ai sensi dell'art. 33 comma 3 della medesima norma, con D.P.G.R. n. 59/2012.
2. La convocazione avviene mediante avviso scritto con l'indicazione degli argomenti all'ordine del giorno .
3. L'avviso è inviato almeno sette giorni prima della data fissata per la seduta dell'assemblea, con indicazione del giorno, dell'ora e del luogo di riunione.
4. L'avviso di cui al comma 3 e l'ordine del giorno dell'assemblea sono pubblicati sul sito internet del nuovo consorzio o, in mancanza, sui siti degli enti gestori della bonifica di cui alla l.r. 34/1994.
5. Fino all'entrata in carica del Presidente secondo quanto disposto dall'articolo 5, il commissario nominato ai sensi dell'articolo 33, comma 3 della l.r.79/2012 convoca e presiede l'assemblea.

ART.8
Comunicazioni

1. Ai sensi del presente statuto tutte le comunicazioni, avvisi o quant'altro previsto, sono effettuate con posta elettronica certificata, o in caso di indisponibilità, con lettera raccomandata A/R.

ART. 9
Validità della prima seduta e votazioni (art.14 l.r.79/2012)

1. Le sedute dell'assemblea sono pubbliche; all'ora fissata per la convocazione, il Commissario procede all'appello dei presenti e da inizio ai lavori.
2. Nel caso in cui non siano presenti le maggioranze di cui all'articolo 14 commi 9 e 10 della l.r.79/2012 il commissario entro il giorno successivo alla data fissata per la prima seduta
dell'assemblea provvede a convocare nuovamente entro tre giorni una nuova seduta dell'Assemblea.
3. L'assemblea delibera validamente con la presenza della maggioranza di cui ai commi 2 e 3 dell'articolo 4.
4. In caso di parità prevale il voto del presidente.
5. Le votazioni hanno luogo a scrutinio palese.

ART. 10
Pubblicità della seduta

1. Le deliberazioni adottate nel corso delle sedute dell'assemblea consortile ed i relativi verbali sono depositati presso la sede del consorzio e pubblicati sul sito internet del nuovo consorzio o, in mancanza, sui siti degli enti gestori della bonifica di cui alla l.r. 34/1994, entro dieci giorni dalla data della seduta.

ART. 11
Dimissioni

1. Le dimissioni devono essere date con comunicazione scritta inviata all'assemblea consortile.
2. Le dimissioni hanno efficacia dal momento in cui è intervenuta l'accettazione da parte dell'assemblea.

ART. 12
Decadenza

1. La decadenza dalle cariche si verifica quando, successivamente all'elezione, sopravvenga una causa di ineleggibilità di cui al dpgr 121/2013, nonché cause di incompatibilità ai sensi della vigente normativa.
2. La decadenza è pronunciata dall'assemblea nel rispetto di quanto previsto dalla vigente normativa.
3. Per i membri eletti lai sensi della lettera a) dei commi 2,3,4,5, 6 e 7 dell'articolo 14 della l.r.79/2012, la cessazione della qualità di consorziato comporta automaticamente la perdita di tutte le cariche consortili.
4. I membri di cui alla lettere c) e d) dei commi 2,3,4,5, 6 e 7 dell'articolo 14 della l.r.79/2012, decadono con la cessazione del mandato di Sindaco o di Presidente della Provincia, con il subentro del nuovo Sindaco o del nuovo Presidente della Provincia del medesimo ente.
5. I delegati eletti che per qualsiasi motivo cessino dalla carica sono sostituiti dal primo dei candidati non eletti della medesima lista secondo quanto disposto dal d.p.g.r.121/2013.